Archivi autore: andreaenoemi

Come diventare WP secondo Elisa

Il video viene introdotto da Elisa, manager della WEA Academy. Parlerà della professione del Wedding Planner, dell’organizzazione vera e propria delle nozze e infine non mancheranno i consigli per le coppie di sposi.

Il contenuto vero e proprio, della durata di 2 minuti, inizia dopo un breve stacchetto musicale. Qui Elisa inizia a illustrare le peculiarità del suo corso di WP, suddiviso in 3 step, che comprende teoria e pratica.

Alla conclusione del video vengono invitati gli utenti a condividere il video e mettere un “mi piace” su di esso.

Il galateo del matrimonio, per nozze eleganti e raffinate

Il matrimonio è un insieme di emozioni e sentimenti destinati a rimanere impresse nella mente per tutta la vita. Ma per un bel matrimonio che risulti elegante e raffinato, bisogna seguire anche delle regole che daranno alla cerimonia un tocco di bon ton. Ecco alcune piccole nozioni che faranno di quel giorno un matrimonio perfetto.

Galateo della sposa

Quasi tutti gli abiti da sposa sono molto scollati e lasciano alcune parti del corpo scoperte, per questo ti consigliamo di indossare qualcosa che possa coprire le parti nude (soprattutto se la celebrazione avviene in chiesa) come un velo, uno scialle o una stola. Inoltre, se decidi di portare dei guanti devi ricordare di toglierli durante la cerimonia per evitare che ci siano intoppi proprio durante il momento più bello: lo scambio delle fedi.

L’eleganza di un abito non è il tutto: è importante anche come lo si indossa. Infatti sono sconsigliate abbronzature eccessive e/o abbronzature con lampada per evitare di sembrare una sposa dalla pelle finta.

È bene che la sposa indossi sempre le calze (segno di eleganza e raffinatezza) e che metta dei tacchi non troppo vertiginosi per eliminare il possibile rischio di far sentire a disagio lo sposo.

Anche il trucco della sposa deve essere molto equilibrato per evitare quell’effetto di “bambole di porcellana”.

Bisogna sempre essere sobrie, quindi non indossare troppi gioielli e anelli alle mani per far risaltare ancor di più la fede nuziale.

Le regole per lo sposo

Se sei lo sposo e decidi di indossare un tight, devi ricordare di abbottonare tutti i bottoni e di mettere un fiore all’occhiello.

Ricorda di indossare una cravatta di seta, ideale se indossi un vestito molto elegante.

Per quanto riguarda i gioielli, sono consentiti gli orologio, i gemelli e i fermacravatta.

Genitori e invitati

I genitori degli sposi devono indossare abiti non troppo appariscenti, di classe ed eleganti perché i protagonisti della giornata devono essere proprio gli sposi.

Per quanto riguarda gli invitati, devono già trovarsi in chiesa quando lo sposo e la sposa avanzano verso l’altare. Quindi è meglio arrivare in anticipo più tosto che in ritardo e perdervi la parte più emozionante: l’incontro degli sposi.

La fonte di questo articolo è: NozzeSpeciali.it

Seguono alcuni consigli direttamente da Enzo Miccio:

Matrimonio in chiesa… documenti e procedura

Tra le miriadi di cose alle quali bisogna pensare per organizzare il proprio matrimonio, tra le più importanti, se si vuole celebrare un matrimonio valido, tanto per la legge ecclesiastica, quanto per quella italiana, si devono necessariamente annoverare i documenti necessari per avviare l’iter burocratico al termine del quale si riceve il nulla osta per promettersi amore eterno davanti a Dio.

Le tempistiche

Circa novanta giorni prima della data del matrimonio, e dopo aver frequentato, obbligatoriamente, il corso prematrimoniale, i futuri sposi dovranno premunirsi di una serie di certificati ad uso matrimonio, tra cui quello di battesimo, che si richiede nella parrocchia dove si è stati battezzati, il certificato di cresima, rilasciato dalla parrocchia dove si è stati cresimati e il certificato contestuale reperibile presso qualsiasi circoscrizione.

I passi da eseguire

La prima cosa da fare è quella di scegliere la parrocchia in cui avviare le pratiche matrimoniali, che potrà essere quella di appartenenza di uno dei due e potrà o meno coincidere con quella in cui si è svolto il corso prematrimoniale, considerato che il corso può essere frequentato in una qualsiasi parrocchia perchè, ovunque lo si faccia, l’importante è avere l’attestato che ne dimostri la frequentazione.

Una volta scelta la parrocchia alla quale affidare lo svolgimento delle pratiche matrimoniali ed essersi procurati tutti i documenti necessari, i futuri sposi devono prendere appuntamento con il parroco dinnanzi al quale dovranno prestare giuramento. Durante il giuramento il parroco interroga separatamente gli sposi che, sotto giuramento, dovranno confermare la condivisione dei valori cristiani del matrimonio. Al termine del giuramento, il parroco prepara i documenti necessari per le pubblicazioni religiose, sia per la chiesa di lei che per la chiesa di lui, e consegna alla coppia di futuri sposi il Modello X (dieci), necessario per il giuramento e le pubblicazioni (telematiche e non più cartacee) al Comune, che si svolgeranno secondo le formalità proprie del rito civile.

Trascorso il termine di legge per tutte e tre le pubblicazioni, ossia di 30 giorni per le pubblicazioni al Comune e di due domeniche per quelle ecclesiali, i futuri sposi dovranno consegnare le pubblicazioni al parroco che provvederà a preparare tutta la pratica matrimoniale in busta chiusa da consegnare, a cura degli sposi, al Vicariato. Tale ultima incombenza è necessaria per ottenere il nulla osta ecclesiastico necessario nell’ipotesi, sempre più frequente, di matrimonio celebrato, con rito religioso, in una Chiesa che non sia quella di appartenenza degli sposi.

Dopodiché, tutta la documentazione autenticata dal Vicariato dovrà essere consegnata al parroco della Chiesa prescelta per la celebrazione del matrimonio che, finalmente, confermerà la data delle nozze, consegnando alla coppia di futuri sposi il documento del consenso religioso.

A questo punto, non vi rimane che aspettare con trepidazione il giorno in cui sarete dichiarati ufficialmente marito e moglie, davanti a Dio e davanti alla legge.

Fonte: Datanozze.it


 

L’articolo di oggi riguardava esclusivamente l’organizzazione del matrimonio.

Segue un video che vi può aiutare nella scelta delle canzoni più belle per la celebrazione del matrimonio in chiesa.